"Dopo il riscontro fornito dalla Direzione della Casa Circondariale di Bergamo (vedi corrispondenza) in relazione alla richiesta di applicazione della delibera CAR avanzata dalla UIL, la segreteria regionale è costretta ad alzare i toni e minacciare azione legale per condotta antisindacale"