"Alcune scelte operate dalla Direzione della Casa Circondariale di Bergamo, assolutamente inopportune, inducono la UIL a sollevare legittime perplessità. La gestione delle risorse umane, infatti, non può prescindere dai dati reali e dalle carenze, sopratutto quelle che caratterizzano i ruoli intermedi. Ecco il disappunto della UIL su provvedimenti assunti per l'Ufficio matricola e il Nucleo Traduzioni e Piantonamenti"

Allegati:
Scarica questo file (gestione personale cc bergamo.pdf)gestione personale cc bergamo.pdf[ ]125 kB