"Nonostante l'approssimarsi del cambio di vertice presso la Casa Circondariale di Brescia, il direttore uscente si è inventato gli ultimi provvedimenti che sanno tanto di "ripicca" e di garanzia di qualche "figlioccio". Ecco i dettagli nella nota di Madonia, Segretario Regionale della UIL Lombardia"