"Il continuo cambio dei Direttori di questi ultimi anni, presso la Casa Circondariale di Brescia, ha determinato un vero e proprio abbandono della questione classifiche del personale di Polizia Penitenziaria. I punteggi sono fermi da diversi anni senza motivazioni plausibili ed il personale paga in prima persona il susseguirsi dei Dirigenti. Non si aumentano i voti ma, se capita, si abbassano volentieri. La UIL ritiene doveroso far conoscere le proprie considerazioni su una materia così tanto delicata e chiede al nuovo Direttore di procedere con maggiore oculatezza"

"Il positivo riscontro del Direttore"