"Ancora una volta la UIL è costretta ad intervenire sulla gestione dei corsi di formazione, in particolare sui criteri di selezione del personale. E' la volta della Casa Circondariale di Brescia in cui, oltre a registrare scarsa informazione alle OO.SS. in materia di formazione, sono state segnalate anomalie sull'individuazione del personale da inviare ai corsi. Tenuto conto delle contestazioni ricevute e della violazione dell'accordo regionale siglato in daa 26 luglio 2010, la UIL invita il Direttore a fare chiarezza"