"Presso la Casa Circondariale di Brescia si rilevano difformità rispetto alla fruizione di congedo ordinario e riposi compensativi. Mentre il congedo viene imposto d'ufficio si tollera un accumulo di riposi oltre i limiti consentiti. La UIL, quindi, invita il Direttore a non usare pesi e misure differenti ed a trattare il personale con equità".

"con nota n.157 del  23/3/2012 il Direttore riscontra la nota UIL"

"con nota n.6632 del 28/3/2012 ila segreteria nazionale UIL chiede l'intervento del Provveditore Regione"

"Il riscontro del PRAP"