"Da poco presso la Casa Circondariale di Brescia è partito il nuovo progetto delle Unità Operative, ma già iniziano problemi, incogruenze ed illogicità. Continui esodi da un'unità operativa all'altra, scarsa rotazione del personale, servizi privilegiati ed altro. Tutto rappresentato nell'allegata nota della UIL di Brescia"