"La gestione dello spaccio della Casa Circondariale di Como sta determinando molte polemiche. I prezzi aumentano a dismisura, gli orari di apertura non sono soddisfacenti e finanche la qualità e l'igiene lasciano a desiderare. Inevitabile quindi l'intervento di Ferro, coordinatore provinciale della UIL"

Allegati:
Scarica questo file (concessione bar_spaccio.pdf)concessione bar_spaccio.pdf[ ]214 kB