"Presso la Casa Circondariale di Como vge una strana gestione del personale da destinare alla cariche fisse, soprattutto in occasione delle sostituzioni per assenze. Criteri diversi, talvota contraddittori, per assegnare il personale. La UIL chiede lumi al Direttore e di agire secondo logica e accordi"