"Da diversi mesi il Direttore della Casa Circondariale di Lodi ha rimosso un'unità dal Nucleo Traduzioni e Piantonamenti. Nonostante le richiesta dell'interessato, volta a conoscere le motivazioni, e i diversi interventi della UIL (leggi 1 - leggi 2 - leggi 3), il Dirigente non vuole sentire ragioni di dare un minimo di spiegazione, contuando ad affermare di "aver chiarito con l'interessato". Ebbene, questo non basta. Si può aver anche parlato e chiarito con l'interessato, ma la motivazione è dovuta. La UIL chiede un intervento al Provveditore, accusando il Dirigente di Lodi di scarsa considerazione e di poca trasparenza"