"La UIL aveva segnalato serie criticità presenti presso la Casa Circondariale di Mantova. A molti mesi dalle segnalazioni, la Direzione, dopo diversi solleciti, ha finalmente riscontrato la corrispondenza sindacale. Il Direttore fa un'analisi davvero singolare delle criticità, nega l'evidenza e, su alcuni aspetti, dimenticando i propri poteri/doveri, "piange carenza" senza dire quello che intende fare. Insomma, dichiarazioni assurde che inducono il Segretario Regionale ad alzare i toni e a chiedere provvedimenti al PRAP e al DAP"