"Il corso di ordine pubblico organizzato presso la Questura di Milano e pubblicizzato dal Provveditorato Regionale della Lombardia, nonostante sia un'inizitiva interessante ed apprezzata, è stato diffuso con procedure difformi rispetto ai criteri stabiliti nell'accordo regionale in materia di formazione. La UIL spiega le ragioni della contestazione"